Da visitare a Baška

BAŠKA vanta numerosi monumenti culturali di eccezione, dagli antichi edifici e palazzi ai monumenti sacri. Per Voi ne abbiamo scelti alcuni.

E la maggiore chiesa nel territorio di Baška, costruita in stile barocco all’inizio del Settecento (1723). Nell’interno della chiesa si trovano otto altari, dei quali uno dedicato alla SS. Trinita.
I quadri che ornano la chiesa sono opera di noti pittori: Frane Jurić del XVIII secolo, il veneziano Paolo Campus del XVI sec., Jacopo Palma il Giovane del XVII sec. Nella chiesa si trova pure un prezioso dono dei principi Frangipani, una croce argentea artisticamente lavorata. Il campanile della chiesa e alto 28 metri e fu costruito nel 1766.


La prima chiesa parrocchiale nella vallata di Baška, risale all’XI. secolo. Nel suo campanile si trova la campana piu di questo territorio, denominata la “Vecchia” che risale al 1431. All’inizio del 19. sec. la chiesa fu abbandonata, comunque ristrutturata dopo il colera. Accanto alla chiesa si trova il cimitero di Baška.

The Church of St. John will be open for visitors (June – August) every morning

from 8 am – Noon.

Closed Sundays.


jfu costruita all’inizio del 15. sec. Il suo interno e ornato dalle pitture dell’altare di Celestin Medović. La chiesa e conosciuta anche per la campana risalente al 1594 che tradizionalmente suona quando il vescovo di Krk visita la vallata di Baška. La chiesa della Madonna sul Monte ha preso il nome dalla collina di Jurandvor dove fu stata inizialmente costruita.
La chiesa della Madonna sul Monte e il piu grande santuario della diocesi di Krk.
La chiesa e raggiungibile in macchina o per le scale del 19. sec. (237 in tutto)

Info:

Svetište Majke Božje Goričke
Batomalj 59
+385 (051) 856 547
+385 (091) 894 66 96
+385 (051) 856 171
svetiste@majkabozjagoricka.com


La cappella romanica fu costruita nel 1514. Si trova a Pirnica, accanto alla famosa spiaggia Vela plaža e vicino all‘albergo Atrium Residence Baška.
Sotto la cappella di San Marco si trovano i resti del mosaico antico e della basilica che risale al V secolo dopo Cristo, ed è rilevato il battistero del periodo dei primi secoli del Cristianesimo. La grandezza della basilica determinata dalle ricerche archeologiche punta che l’area della valle di Baška in quel tempo fu insediata di un gran numero di abitanti.
Durante i mesi estivi, cappella è aperta ai visitatori.

Price of the entry ticket to visit the Church of St. Mark and the Baška Heritage Museum is 15 kn.
With one purchased ticket, visitors can enter both the church and the Museum.

ORARI DI APERTURA

 

La Lapide di Baška e il monumento culturale del popolo croato. E un’iscrizione glagolitica di tredici righe incise che parla della donazione del re croato Zvonimir (1075-1089) alla chiesa di Santa Lucia a Jurandvor dove la Lapide di Baška e stata trovata inserita nella lastricatura della chiesa.
La Lapide e stata trovata nel 1851 grazie al chierico di Baška – Petar Dorčić.
Il testo della Lapide di Baška come lo interpreta Vjekoslav Štefanić:

1100. In Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, io abate Držiha, ho scritto questo per quanto riguarda il terreno che a suo tempo il re croato Zvonimir ha donato a Santa Lucia. Di cio sono testimoni Desimir, zupano (governatore) della Krbava, Martin (zupano) della Lika, Pribinež, fiduciario (reale) del Vinodol e Jakov (fiduciario reale) dell’isola. E chi osi disconoscere quanto scritto, sia maledetto dai dodici Apostoli, dai quattro Evangelisti e da Santa Lucia, amen. Chi vive qui, preghi Dio per loro. Io, abate Dobrovit, ho costruito questa chiesa con i miei nove confratelli al tempo del principe Kosmat che esercitava il potere in tutta la Krajina. In quei giorni (il Monastero) di San Nikola a Otočac e Santa Lucia erano uniti.

La chiesa e stata costruita a cavallo tra l’XI. E il XII. secolo sui resti di una chiesa paleocristiana.
E la piu importante chiesa non solo del territorio di Baška, bensi di tutta l’isola di Krk e Croazia perché in questa chiesa e stata trovata la Lapide di Baška del 1100. Nella chiesa si puo vedere oggi una copia della Lapide di Baška.
La chiesa di S. Lucia a Jurandvor e ornata oggi dall’altare principale, il politicco di legno, l’opera dei maestri Luca e Giovanni, figli di Paolo Veneziano dal 14.sec. l’originale di cui si trova oggi nel Pallazzo Vescovile a Krk.

Info:

“AZ” AGENCY FOR CULTURE AND TOURISM
+ 385 51 860 184
www.azjurandvor.com
azjurandvor@yahoo.com



Inaugurato nel 1970, ospita la collezione etnografica del territorio di Baška.
Vi sono esposti i costumi popolari, antichi recipienti, oggetti di cucina, posate ecc. Qui si trova pure la stanza memoriale della dottoressa Zdenka Cermakova (1884-1968), la quale trascorse a Baška l’intera vita lavorativa al servizio dei cittadini e dello stabilimento balneare come medico condotto.
Dal 1997 il Museo Civico di Baška e collegato, collaborando attivamente, con il Museo Civico di Brigittenau nell’omonimo quartiere di Vienna.

Price of the entry ticket to visit the Church of St. Mark and the Baška Heritage Museum is 15 kn.
With one purchased ticket, visitors can enter both the church and the Museum.

ORARI DI APERTURA

 

Sono costruzioni a secco a forma di fiore in pietra, e sono destinati al raduno e allo smistamento periodico delle pecore appartenenti a proprietari diversi. Nel corso dell’anno, tutte le pecore pascolano liberamente sugli altipiani che circondano la valle di Baška. Il perimetro della maggior parte dei magari è di alcune decine di metri, mentre i più grandi possono accogliere persino 1500 pecore. L’azione congiunta di smistamento delle pecore viene fatta dai pastori un paio di volte all’anno quando controllano e separano il proprio gregge nei magari più piccoli che come petali circondano la “sala” centrale del mrgar.
Questi bellissimi esempi di architettura popolare si possono trovare soltanto nella punta meridionale dell’isola di Veglia e sulla vicina isola disabitata di Prvić.
Ce ne sono complessivamente quindici e la maggior parte di questi è ancora in uso. Simili costruzioni sono note solamente su due isole ancora – Gran Bretagna (Wales) e Islanda.