Natura

 

Flora

Le specifiche condizioni climatiche hanno condizionato lo sviluppo di colture quali sono la vite, il fico, e l’olivo. Inoltre, l’isola di Veglia e nota per il gran numero di specie vegetali. In particolare i dintorni di Baška sono i piu ricchi, nell’intero bacino adriatico, per il numero di specie rare ed a rischio di estinzione, specie vegetali endemiche e relitti, quali sono:

Allium Visiani (aglio selvatico)
Asperula longiflora una specie di lampone del litorale,
Saturela carstiana brentolo o pepolino litoraneo,
Salvia officinalis


che cresce unicamente a Baška e deriva il nome dal botanico ungherese Vincze Borbas (1844-1904).
Il manto vegetale contraddistingue il paesaggio della zona di Baška, ed e il risultato della situazione climatica e della strutturazione del terreno.


Pianta cespugliosa con fiorellini particolarmente belli e profumati, che crescono l’uno accanto all’altro, una specie delle Papillionacee molto rara, tutelata dalla legge: ha qualita medicinali.


Pianta con qualita medicinali, viene usata da oltre 2000 anni.
E’ alta da 30 a 60 cm, fiorisce fino alle prime gelate d’autunno su prati e pascoli asciutti e ai bordi delle strade. I poteri medicinali della pianta sono attribuiti a una speciale essenza da essa contenuta, che agisce contro le infiammazioni, guarisce ottimamente le ferite e blocca le emorragie.


Il nome deriva dal latino “salvare”.
La pianta e nota gia da 1500 anni.
Cresce fino a 50-100 cm, ed ha fiori violacei. Si trova sui prati e pascoli asciutti. Le vengono attribuiti poteri medicinali, contiene essenze ricche di tannino e altre proprieta antisettiche, antisudorifiere, stomachiche. Con la salvia si preparano tisane e varie tinture.


Pianta aromatica medicinale, alta 60-120 cm con fiori gialli. Si trova ai bordi delle strade, della siepe, sulle mura. Ci sono piu di 200 specie, 14 da trovare nelle nostre zone.
Nella medicina popolare usata per pulire il sangue.

 

Fauna

Nella fauna spiccano delle specie uniche, dai grifoni ad alcune specie di civette della famiglia Otus, tra i piu noti uccelli notturni del carso di Baška. La civetta grigia della famiglia Athene, e il gufo Otus sono tra le specie piu rare di civette in pericolo di estinzione, e si trovano sull’intero terrtorio dell’isola di Krk, nonché sull’isolotto di Prvić che e un riserva ornitologica di volatili rari. Nel fondo sottomarino, poi, si possono trovare specie autoctone nel loro ambiente naturale. Una di questa specie e lo scampo, crostaceo tra i piu prelibati dell’Adriatico.


Tra il promontorio Glavina e la baia di Mala luka si trova un territorio di 1000 ha di superficie denominato KUNTREP, che nel 1969 è stato proclamato riserva ornitologica particolare.
La riserva è habitat del grifone, ma è possibile vedere anche il biancone (Circaetus gallicus), il falco pellegrino, il marangone dal ciuffo (Phalacrocorax aristotelis), il gufo reale, l’occhine (Burhinus oedicnemus) e altri.
Tra le piante endemiche ci sono la Centaurea dalmatica, la Campanula istriaca Feer, la Carlina fiumensis e altre.
La vegetazione è composta da pascoli pietrosi e comunità endemiche di piante che crescono nelle fenditure delle rocce.
La zona si trova a 475 m di altezza sopra il livello del mare.


Specie animale autoctona a rischio di estinzione. L’asino, emblema delle isole adriatiche, e diventato cosí raro che oggi e sotto tutela, e si prepara uno speciale progetto per la sua conservazione.


E una specie endemica di questi territori insulari quarnerini, l’unica specie degli Accipitridi che si nutre delle carogne. Costruisce il suo nido in grotte e sulle rocce.Ha testa e parte del collo quasi nude. Lo si vede volare in gruppo in alto sotto le nuvole.


E un gambero di mare, il piu grande della specie nell’Adriatico. Raggiunge una lunghezza di 45 cm e puo pesare fino a 5 kg. La carne di aragosta e prelibata , una delicatezza. L’aragosta e diffusa in tutta la fascia costiera dell’Adraiatico, ma soprattutto dove il mare e piu pulito, piu salato e piu profondo, perché questo gambero vive a una profondita tra 30 e 80 metri, massimo 160.


Crostaceo dei Decapodi, famiglia degli Omaridi, cresce fino a 23 cm di lunghezza, pesa fino a 0,30 kg. La sua carne e ottima, delicata e morbida. Il crostaceo e di color bianco rosato, quasi trasparente. Nell’Adriatico vive a profondita da 20 fino a 500 metri. I migliori insediamenti di scampi si trovano nelle acque di Senj.


Appartiene alla famiglia degli Sparidi, e un tipico rappresentante del pesce bianco. Ha un colore argenteo con riflessi azzurri o rosati. Cresce fino a un metro di lunghezza ed a 16 kg di peso; quasi sempre vive fra 5 e 30 metri di profondita presso i promontori rocciosi. Il dentice e tra i pesci piu noti nella pesca a scopi economici e sportivi.